Home » Eventi e incontri » TapìGroup, azienda che produce chiusure in Veneto
TapìGroup, azienda che produce chiusure in Veneto

TapìGroup, azienda che produce chiusure in Veneto

Tapigroup, l’azienda che produce tappi personalizzati per bottiglie di design, ha sede a Massanzago in provincia di Padova, in quel triangolo magico del nord-est tra la provincia di Venezia, Padova e Treviso. Fondata nel 1999, oggi è un’azienda internazionale presente con sedi operative e commerciali in molti mercati esteri. 

La particolare attenzione, che l’azienda fin dalla sua fondazione presta alla produzione di tappi e chiusure, è alla base della loro crescita e della loro fama. Nella vision di Tapì il tappo, che molti danno per scontato, è il core business dell’azienda che ha puntato sulla ricerca, la sostenibilità ed il design. 

La chiusura, il tappo, è in realtà un sigillo per tutti gli altri elementi interni che, senza questa attenzione perderebbero parte delle qualità organolettiche del prodotto finale.

L’innovazione, la bellezza, la funzionalità e la sostenibilità sono fondamentali nella vision di produzione di Tapì che in 22 anni, ha trasformato l’azienda da piccola realtà del nord- est a gruppo multinazionale riconosciuto per  l’originalità, il design e la sostenibilità nelle chiusure per i mercati del food&beverage e non solo. 

Intervista a Paolo Boratto di TapìGroup

Ospite di Anna Maria Pellegrino all’ora del tè di AIFB, Paolo Boratto responsabile marketing e comunicazione di TapìGroup.

“L’azienda, che oggi ha diverse filiali nel mondo, produce e commercializza chiusure per diversi mercati del packaging. Il core business è il mondo degli spirit ma l’azienda è presente anche nei mercati del vino, dei condimenti e, in forte sviluppo, nel mercato della cosmetica e della birra.  

Ci piace definirsi un po’ trendsetter e meno follower, nel senso che c’è sempre piaciuto innovare e proporre al mercato delle cose che magari tante volte sono risultate anche un po’ troppo all’avanguardia rispetto al contesto.

Nasciamo come produttori di tappi sintetici, soluzione per il mercato delle grappe del nord-est che da sempre è molto vicino a noi.  

I produttori di grappa hanno sempre tappato le loro bottiglie con tappi in sughero e i tappi in sughero con l’andare del tempo si rovinano ingiallendo anche la grappa. 

 Ci definiamo per questo più trend-setter che follower perché a quel tempo parlare di tappi sintetici sembra un’eresia. Ma nel tempo è diventata la soluzione più adatta anche perché la nostra offerta si è evoluta tantissimo. Oggi il nostro mantra è funzionalità, bellezza e sostenibilità. Lavoriamo con tanti materiali, il legno, la ceramica, i biopolimeri da fonte rinnovabile di plastica green. Noi siamo posizionati in un segmento di mercato che definiamo premium, serviamo prodotti dalla terza fascia in su.

Quindi la nostra vision ha pagato moltissimo perché oggi siamo riconosciuti come un’azienda innovativa in grado di proporre molte idee per diverse soluzioni. Il trend del futuro è sicuramente sostenibilità e bellezza. Un po’ come il nostro Above, tappo a T di estrema semplicità e bellezza, nato dagli scarti di produzione dei produttori di grappa e cognac. 

Un tappo 100% green, esempio di un’economia circolare virtuosa, un bel progetto, interessante anche dal punto di vista della comunicazione, in quanto dal tappo nascono tante belle storie da raccontare. Gli acquirenti sono sempre più attenti alla sostenibilità dei prodotti che acquistano e questo spinge le aziende a mettere in atto la sostenibilità nelle produzioni”. 

Con TapìGroup, un challenge dedicato al Tappo

Confermando lo stile innovativo adottato dall’azienda, Tapì ha scelto AIFB per comunicare tre tematiche importanti:

  • la chiusura Mekano;
  • l’importanza del packaging nelle scelte di cucina
  • il parere dei Bartender sull’importanza del tappo. 

Mekano nasce da un concetto molto innovativo e dalla volontà di creare una chiusura unica  che non ci fosse già nel mercato. Viene rivisitata dal punto di vista funzionale ed estetico la chiusura meccanica usata generalmente nelle birre artigianali piuttosto che nei fiaschi di vino. Partendo dal design della meccanica, Tapì ha realizzato un tappo del tutto nuovo fatto di materiali plastici particolari con all’interno una fibra di vetro che lo ha reso molto trasparente e particolare anche dal punto di vista estetico. Funzionalità ed estetica sono le 2 qualità che deve avere un tappo che vuole essere adatto anche ad utilizzi diversi, come hanno ampiamente dimostrato i lavori delle blogger coinvolte. 

Non mi rimane che lasciar parlare i lavori fatti dalle venti blogger selezionati per il progetto sfida. 

Video intervista al Bartender

Mekano: il racconto di un tappo meccanico

L’importanza del packaging nella cucina green

Share this:

About the Author

Paola SartoriConsulente di web marketing, specializzata in Food writer e Turismo enogastronomico. Comunica le aziende ed i prodotti usando parole gustose per servire racconti di progetti appetitosi.

View all posts by Paola Sartori

1 Comment

  1. Micaela
    Micaela04-13-2021

    Bellissimo articolo che parla di un’azienda attenta al prodotto e all’ambiente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright Associazione Italiana Food Blogger 2015-2018 - Riproduzione riservata | C.F.: 97774480582
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: