Home » Eventi e incontri » AIFB e il Calendario a Geo&Geo…!
AIFB e il Calendario a Geo&Geo…!

AIFB e il Calendario a Geo&Geo…!

Cari Soci,

il Calendario dei Cibo Italiano è convocato a Geo&Geo, Rai3.
Da alcuni anni, e in particolare dallo scorso anno, Danilo Gasparini, Docente di Storia dell’Alimentazione all’Università di Padova ed a Ca’ Foscari, mi ha coinvolta nella trasmissione Geo&Geo con una rubrica dedicata a “storie di cibo”.
Per la prossima edizione, 2016-2017, abbiamo presentato una proposta di rubrica dedicata alla trasmissione dei saperi culinari all’interno delle famiglie, di generazione in generazione. Passaggio di ricettari da bisnonna a nipote, ma anche da madre a figlia, visto che si è persa una o forse due generazioni di donne che cucinano, facendo venir meno le consuetudini della cottura che prendono vita con la cura dell’orto, la spesa e finiscono con l’atto di cucinare, apparecchiare e servire, insomma la condivisione.
Il progetto prevede di intercettare situazioni in cui nella famiglia si sono conservati e tramandati i saperi (mestieri) della cucina attraverso la classica formula dei ricettari di casa, propri della cucina domestica.
La prassi consolidata nel tempo di costruire dei ricettari di casa è legata all’alfabetizzazione del mondo femminile a partire da fine Ottocento: nata all’interno delle classi borghesi colte si è via via trasferita anche alle classi popolari, complice la diffusione a mezzo stampa di rubriche dedicate (Petronilla, nella Domenica del Corriere, durante il fascismo, o Zia Betta nella Famiglia Cristiana). Oltre alla stampa, un ruolo importante nella costruzione dei ricettari l’ha avuto l’editoria di settore, a partire da Caterina Prato e Pellegrino Artusi a seguire con Ada Boni.
Nella costruzione e nella trasmissione di certe sapienze gastronomiche ha contribuito anche la diffusione del fenomeno delle donne di servizio che dalla campagna si trasferivano a lavorare in città, innestando una sorta di circolazione (transumanza) di queste pratiche cittadine, con una virtuosa contaminazione tra cucine cosiddette povere, contadine, e cucine ricche di città.
Come ben sapete il progetto centrale di AIFB per il 2016 è stato appunto il Calendario del Cibo Italiano dove nel corso dei mesi sono emersi, alle volte inconsapevolmente, importanti saperi e una radicata tradizione familiare che si è palesata nei post che sono stati quotidianamente pubblicati e divulgati, con grande successo e apprezzamento.
Quale migliore modo di dare visibilità a questa nostra quotidiana “fatica” se non coinvolgendo in prima persona le protagoniste di questo recupero di cultura gastronomica domestica, e far raccontare in trasmissione i passaggi generazionali?

 

Ricettario

Cosa vi chiedo, quindi?

Di portare in trasmissione i “ricettari” domestici provenienti dalle seguenti regioni, selezionate dagli autori per quest’anno:

-Val d’Aosta,
-Piemonte,
-Lombardia,
-Liguria,
-Veneto,
-Friuli Venezia Giulia,
-Emilia Romagna,
-Toscana,
-Marche.

Nove regioni per 10 puntate, una al mese così da sviluppare nell’arco della puntata i due aspetti delle memorie, quella urbana e quella contadina.

Vi chiedo dunque di segnalare casi in cui in famiglia si sono conservati questi ricettari, che uso ne viene fatto e soprattutto di coinvolgere le “custodi” per un’eventuale partecipazione in studio.
Per costruire bene la puntata attorno alla protagonista deve essere sviluppato un piccolo dossier che la riguarda, composto da immagini del ricettario, presente anche fisicamente in studio, foto familiari e tutti gli elementi, come qualche oggetto trasmesso e conservato, che possono essere utili a costruire una piccola biografia.
Il format, quindi, è così ipotizzato: al banco degli ospiti è prevista la presenza della Custode di questa memoria che verrà intervistata da Sveva Sagramola mentre Danilo Gasparini introdurrà e illustrerà la tradizione gastronomica della regione, fissata in alcuni momenti storici ben definiti come in occasione della pubblicazione di guide o di riviste, mentre io cucinerò una delle ricette presenti nel ricettario, proponendo la versione classica ovvero quanto proposto dalla protagonista, e una versione completamente rivisitata, nella forma, nella tecnica di cottura, nel carico calorico, così da renderla 2.0.

I tempi televisivi sono sempre molto stringenti, 20’ max 25’, quelli di un telegiornale, che vi assicuro essere molto brevi per la preparazione in studio di una ricetta. A questo proposito vi chiedo già di sceglierne una a voi cara che non preveda tempi lunghissimi di lavorazione e che sia comunque rappresentativa della storia personale.

Per quanto riguarda i costi del viaggio o di eventuale ospitalità, essi saranno coperti dalla Rai.

Le vostre proposte saranno prese in considerazione dal Direttivo in base ai seguenti criteri:
– appartenenza alle regioni indicate;
– disponibilità a partecipare alla trasmissione da parte della Custode;
– adeguatezza dei documenti proposti al format sopra esposto.

Sono molto entusiasta di questa iniziativa, che ha comportato un lavoro di promozione del Calendario presso la redazione e gli autori del programma non indifferente, e mi auguro che possa entusiasmare anche tutti Voi.

Vi prego di inviare alla mia casella di posta personale ([email protected]) l’eventuale materiale in vostro possesso entro il 7 settembre, in quanto la trasmissione avrà inizio dalla seconda metà di ottobre.

Un caro saluto e buona estate.”

la Presidente Anna Maria Pellegrino

Share this:

1 Comment

  1. Antonella
    Antonella08-14-2016

    Bellissima iniziativa!! Peccato che mia mamma sia depositaria (custode) delle ricette della tradizione mantovana, milanese e valtellinese, solo a voce. Perchè lei fa e sa tutto a memoria, che non la inganna nonostante il tempo passi, al contrario di me che mi devo segnare quasi come si fa il caffè!! ( Ovviamente estremizzo la cosa….). Ho solo due ricette segnate su foglio a quadretti ormai consunto…il resto….tutto ad occhio. E non ha mai perso un colpo!! Quindi, mi sa che sono fuori dai giochi….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright Associazione Italiana Food Blogger 2015-2018 - Riproduzione riservata | C.F.: 97774480582
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: