Home » Notizie » Raduno 2015: intervista a Paolo Petroni
Raduno 2015: intervista a Paolo Petroni

Raduno 2015: intervista a Paolo Petroni

A tre giorni dal Raduno 2015 andiamo infine a conoscere Paolo Petroni, presidente dell’Accademia Italiana della Cucina e grande esperto di marketing e comunicazione. Vi ricordiamo le altre interviste: Carlo Cambi, Alessandra Guigoni, Sergio Rossi, Pasquale Di Lena e Danilo Gasparini.
Ci vediamo a Rimini!

 

Paolo Petroni

P A O L O    P E T R O N I

 

Il suo curriculum in 10 righe

Paolo Petroni è nato e lavora a Firenze. Scrittore e giornalista pubblicista, si occupa professionalmente di consulenze di marketing e di ricerche di mercato. I suoi libri di cultura gastronomica, pubblicati dall’Editore Giunti, sono ormai noti ed apprezzati sia in Italia che all’estero per la chiarezza espositiva, il rigore storico, la completezza e la semplicità delle ricette che propone. Paolo Petroni è direttore della rivista “Civiltà della tavola”, coordinatore e supervisore del ricettario nazionale “La Tradizione a Tavola” dell’Accademia Italiana della Cucina e della Guida ai ristoranti dell’Accademia. E’ Presidente dell’Accademia Italiana della Cucina, fondata da Orio Vergani nel 1953.

Qual è stato il momento più significativo della sua carriera?

La decisione di andare a specializzarmi in Marketing Research presso la UCLA (University of California – Los Angeles). Un mondo a parte che mi ha schiuso poi nella vita molte porte presso le grandi Aziende italiane che di marketing ne sapevano poco. Si era agli albori, le ricerche qualitative e quantitative affascinavano, se ne facevano moltissime. Oggi, con la globalizzazione e internet il mondo della comunicazione e del commercio è totalmente cambiato: poche ricerche, molti sconti.

Qual è il suo primo ricordo legato al cibo e da dove è nata la sua passione per tutto ciò che lo riguarda?

Come per molti, la passione deriva dalla mamma che cucinava bene e come tutte le mamme aveva un quadernetto dove segnava le ricette che preferiva e dove incollava qualche ricetta pubblicata sulle riviste. Ma l’evento più importante è stato trasformare alcune di quelle ricette nel primo libro che ho scritto, cioè “Il libro della vera cucina fiorentina”, prima edizione 1975. Fu un successo inatteso, clamoroso. Ancora oggi a Firenze quel libro è il più venduto e tutte le librerie lo espongono “di piatto”, impilato. Un evento poi cambiò il mio approccio ai Ristoranti, l’uscita delle Guide all’Italia piacevole di Luigi Veronelli: una pietra miliare insuperata: grande Veronelli.

Se dovesse scegliere un argomento per parlare di cibo ai food blogger, nel 2015, quale sceglierebbe e perché?

L’ossessione dei programmi televisivi, ormai ridotti a puro spettacolo, quasi un’arena per cuochi gladiatori e il crollo di credibilità e quindi di vendite delle Guide ai Ristoranti.

La comunicazione del cibo fra passato e presente: che cosa si salva e che cosa si butta.

Si salvano tante cose, dalle pubblicazioni dei Fratelli Fabbri e di Curcio ai libri di Veronelli e Carnacina, per non parlare delle pubblicazioni del Touring Club Italiano e dell’Accademia Italiana della Cucina. Si butta poco, perché anche l’orrore gastronomico fa storia: mettiamoci dentro anche le ignobili fotocopie della Nouvelle Cuisine degli anni ’70.

Cibo da guardare, cibo da mangiare, cibo da cucinare, cibo di cui parlare: di queste quattro strade, quale imboccherebbe a colpo sicuro?

Cucinare e mangiare, sono i bisogni primari, le altre vie sono per l’uomo colto non per l’uomo affamato.

A quasi 15 anni dalla loro prima comparsa, i Food Blogger sono oggi una realtà riconosciuta e affermata, nel mondo della comunicazione: quali i suoi consigli, per poter andare avanti sulla strada della credibilità e della serietà professionale?

Non legarsi ad alcuna azienda, consorzio, carro politico. Indipendenza assoluta da ogni potere palese od occulto.

Share this:

2 Comments

  1. jopistacchio
    jopistacchio11-10-2015

    Sottoscrivo completamente l’ultima risposta!

  2. Raduno AIFB a Rimini, 13-15 Novembre 2015 | Pixelicious
    Raduno AIFB a Rimini, 13-15 Novembre 2015 | Pixelicious12-14-2015

    […] dati da relatori maestri della scrittura critica e luminari dell’enogastronomia: nell’ordine, Paolo Petroni, Sergio Rossi, Pasquale Di Lena, Alessandra Guigoni, Laura Fenelli, Danilo Gasparini, Carlo […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright Associazione Italiana Food Blogger 2015-2018 - Riproduzione riservata | C.F.: 97774480582
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: