Challenge sui Cammini Veneti: “i piatti di Mario”

Festival Cammini Veneti

“I piatti di Mario” è il titolo del challenge online indetto da AIFB, in collaborazione con il Festival Cammini Veneti, in cui i food blogger raccontano il ruolo del cibo nella letteratura e nella vita di Mario Rigoni Stern, uno dei più grandi scrittori italiani del Dopoguerra.

L’occasione è stato il centenario della nascita dello scrittore, anzi “narratore” come lui stesso amava definirsi, e l’inaugurazione del nuovo cammino a lui intitolato dai Cammini Veneti.

La cucina è cultura, non solo, direi anche che entra nel linguaggio ed è un linguaggio, e questa è una delle tante occasioni in cui la cucina entra a far parte di una proposta culturale integrata sulla traccia dei comuni solcati dal nascituro Cammino Rigoni-Stern. Il cibo è presente in modo importante nei libri di Mario Rigoni Stern, lega i personaggi e le vicende di cui narra. I prodotti semplici delle sue montagne, il suo orto coltivato con grande passione e i piatti cucinati dalla bravissima moglie. Il cibo visto come condivisione, come legante, come sussistenza, sostenibilità.

Lo scrittore è nato nel 1921, ha vissuto e raccontato tutta la crudeltà della seconda guerra mondiale, del mondo che cambia troppo velocemente perdendo umanità e rispetto per la natura e gli animali.

Il challenge “I piatti di Mario”

Il challenge: una gara gastronomica per raccontare i 100 anni di Mario Rigoni Stern e il cammino a lui dedicato dai Cammini Veneti.

I food blogger di AIFB hanno raccontato dello scrittore con articoli rivolti a:

  • piatti dedicati
  • piatti ispirati dai suoi libri
  • piatti ispirati dai suoi valorizzazione dei piatti della sua montagna
  • i piatti della guerra
  • i piatti dell’accoglienza

La giuria di professionisti che ha scelto l’articolo e il piatto migliore è composta da:

  • Chef Antonio Chemello della Trattoria da Palmerino, della Confraternita del bacalà vicentino
  • Michela Menegus – Governance delle Risorse Turistiche Territoriali del Veneto – formatrice e scrittrice per il comparto turistico culturale ed eno-gastronomico. Somellier
  • Michela Montagna, event manager e curatrice di iniziative di promozione territoriale
  • Andrea Pasin, Sindaco di Calvene, coltivatore di varietà antiche di mais e patate, esperto in erbe officinalis e frutti del bosco, cura l’invecchiamento di formaggi di malga, degustatore ONAF.

Tra le varie proposte dei partecipanti, che bisogna ringraziare per l’impegno, quello che ha riscosso maggior successo e ha interpretato l’essenza, lo spirito, lanciato con il challenge è stato Marco Gregori con il suo filetto di capriolo con rape e sottobosco. Marco Gregori si è lasciato ispirare dai racconti di caccia, soprattutto da Il bosco degli urogalli e immagina lo scrittore a caccia nelle primi luci del giorno. La ricetta creata è pensata proprio al rito della caccia. Il suo piatto è composto da selvaggina, cotta a bassa temperatura e poi rosolata, delle rape arrostite e delle chips di riso integrale per ricordare le montagne, della polvere di funghi e patate con una salsa di foglie di rape a far rifiorire il sottobosco. Esattamente come per la caccia, anche questo piatto necessita di tempo, ore, calma e pazienza.

challenge "i piatti di mario"

Capriolo, rape e sottobosco

“I piatti di Mario”: i soci partecipanti e le loro proposte

Gli altri food blogger che si sono messi in gioco e che hanno partecipato al challenge:

 

Che cos’è il Festival dei Cammini Veneti

Questa è stata la prima edizione del Festival dei Cammini Veneti e l’intenzione è quella rendere nota al più vasto pubblico l’offerta culturale del territorio interessato dai Cammini Veneti, rievocare la memoria di Mario Rigoni Stern, nel centenario della sua nascita, in relazione all’identità dei luoghi su cui è stato tracciato il cammino a lui intitolato.

Il Festival è iniziato a dicembre 2021 e si è concluso a fine febbraio 2022. È stato progettato da una rete spontanea di professionisti, un team formatasi durante il percorso formativo e i workshops del progetto “Sulle tracce del Fogazzaro”, ed è stato coordinato della Dott.ssa Michela Menegus.

Il progetto si è stato sviluppato attorno al Cammino “Fogazzaro-Roi” e dal nuovo Cammino “Rigoni Stern”, riconosciuti come Cammini Veneti, in un percorso ad anello che tocca la bassa provincia di Vicenza fino all’altipiano. Il progetto si è imperniato sulla valorizzazione del patrimonio culturale e sulla promozione culturale in sinergia operativa pubblico-privato; è stato attuato con una proposta formativa e di divulgazione territoriale messe in campo da Interlingua assieme ai Partners di progetto: Associazione Cammini Veneti, Associazione Slow Tourism, Biosphaera scs.

Il team di progettazione ha individuato nel “ritorno” il fil rouge che ha collegato e legato le diverse e molte iniziative.

Il concetto di ritorno in memoria di Mario Rigoni Stern non solo è inteso come cammino nella sua declinazione fisica ma rimanda anche alla dimensione spirituale, sul cibo quale espressione identitaria, sulla sostenibilità, sull’essenziale ruralità, sulla terra della Russia quale luogo di riflessione più ampio sull’umanità.

In definitiva questa prima edizione del Festival diffuso sui Cammini Veneti vuole porre l’attenzione su idee, pensieri, esperienze, atteggiamenti che sono appartenuti allo scrittore e all’uomo Mario Rigoni Stern. In particolare, si toccheranno questioni che oggi risultano sempre più attuali, quali la difesa dell’ambiente, l’amore per la natura, la piacevolezza della vita rurale e pure il gusto del cibo delle origini.

Lo scopo del Festival è stato di interagire con un ampio pubblico attraverso eventi topici e gradevolmente fruibili da tutti: in pratica assumendo l’attitudine comunicativa di Mario Rigoni Stern e mantenendo viva la sua eredità spirituale, quale patrimonio immateriale vicentino e dell’umanità.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Associazione Italiana Food Blogger

Studiare, degustare, cucinare, scrivere, fotografare, condividere idee e conoscenze per raccontare ciò che altri non raccontano!

Associati